Campania fanalino di coda

In un recente articolo de Il Mattino (15 maggio 2019, “Maltrattamenti sui bambini il triste record in Campania”, di Daniela De Crescenzo) emerge un dato preoccupante, ma a noi tristemente noto: le violenze sui minori sono preponderanti al Sud ed i Servizi – che potrebbero porre un margine a questo fenomeno – sono in difficoltà.

Come emerge dall’ Indice regionale del Cesvi, la Campania risulta all’ultimo posto in Italia per quanto riguarda i fattori di rischio di abuso sui minori: questo significa che chi nasce in Campania ha una maggiore probabilità di essere un minore maltrattato. Infatti le carenze di cure genitoriali, i maltrattamenti e gli abusi sono connessi a quei fattori di rischio (povertà, carenze educative, giovane età dei genitori) che in Campania raggiungono proporzioni allarmanti.

A fronte di un rischio così alto per i nostri minorenni, la Campania risulta poi al penultimo posto in Italia come possibilità di accedere alle risorse e ai servizi ed è, ancora, al penultimo posto come rete di servizi presenti sul territorio. Questo significa che chi nasce in Campania non sempre riesce ad accedere a quei servizi che potrebbero aiutarlo.

Seguici su:
Facebook
Twitter
LinkedIn
Instagram
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial