Il saluto al Servizio Civile

Purtroppo anche questo “ciclo” di Volontari del Servizio Civile Nazionale ha concluso il suo anno di esperienza. E’ stato un anno bellissimo, in cui noi e le nostre 4 “civili”, ci siamo conosciuti, abbiamo condiviso esperienze giorno dopo giorno e ci siamo arricchiti reciprocamente. Fare il Servizio civile nelle nostre case vuol dire impegnarsi per un anno senza risparmiarsi mai, emotivamente e fisicamente, ma vuol dire  anche e soprattutto creare legami  e siamo certi che il legame tra loro e noi, grandi e piccole, sarà duraturo. Il Responsabile Locale del Servizio Civile di Legacoop Campania ha lasciato loro un saluto intenso e commovente,che qui riportiamo, perché rappresenta molto il significato e il valore di questo tempo passato insieme. W il Servizio Civile!

Spero che quest’anno di esperienza abbia portato nella vostra vita arricchimento culturale e professionale e tanta maturazione.

Oggi è il giorno del saluto ai vostri compagni di viaggio, con i quali avete saldato di sicuro una bella amicizia; con chi vi ha accompagnato in questo percorso trasmettendovi la propria esperienza e professionalità; ma soprattutto è il giorno per salutare quanti hanno ricevuto le vostre attenzioni, quelli a cui sono state destinate le attività progettuali.

Solo quando tornerete a casa, uno alla volta, vi torneranno alla mente tutti i ricordi, i bei momenti. Conservateli preziosamente nella vostra valigia degli attrezzi utili alla vita.

Non meravigliatevi se di questa esperienza ne sentirete un po’ di nostalgia ed apprensione. Sarà la nostalgia per qualcosa che è appena finito, apprensione per quello che dovrà cominciare, magari senza sapere ancora bene cosa.

In questi ultimi mesi, magari, avete pensato tante volte a questo momento, ma vi siete soffermati poco o nulla  cercando di potere rimandare questo piccolo dispiacere.

Spero che questa esperienza vi abbia fatto crescere molto, vi abbia insegnato tante cose e vi siate anche tanto divertiti.

Voglio semplicemente chiedervi una cosa. Da questo momento, quando vi capiterà di parlare con delle ragazze o dei ragazzi tra i 18 e i 28 anni, guardateli negli occhi – perché così potranno ben capire quello che gli direte – e consigliate a chiunque ne abbia la possibilità, di provare a partecipare ad un bando di Servizio Civile e impegnarsi per riuscire a superare le selezioni perché è un’esperienza che porta ad una maggiore consapevolezza di sé e del mondo che lo circonda, ad una maggiore sensibilità.

Perché di sicuro è un’esperienza che incrementa le capacità e le attitudini, che ti mette in contatto con persone differenti da te che proprio per questo hanno tanto da insegnarti, un’esperienza che diverte ed emoziona.

Niente quindi può servire di più di una vera esperienza, di un’avventura come questa, a un ragazzo o a una ragazza tuoi coetanei.

Dunque, a questo punto, voglio solo ringraziare tutti voi che avete partecipato al Servizio Civile presso un nostro progetto. Soprattutto voglio ringraziare tutte le persone che ho potuto aiutare o almeno provare ad aiutare a rendere meravigliosa questa esperienza, perché è il solo e vero motivo per cui ho assunto con piacere questa responsabilità verso di voi.
Seguici su:
Facebook
Twitter
LinkedIn
Instagram

Potrebbero interessarti anche...

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial