Mio Padre. Una piece dedicata alle ragazze di E.T.I.C.A.

Parla di noi  napoliclick.it>

Mio Padre:  Una storia di violenza consumata all’interno di una rispettabile e benestante famiglia che resta avvolta nel silenzio.

L’avvocato Valentina de Giovanni, presidente dell’AMI della sezione distrettuale di Napoli, da sempre in prima linea contro la violenza sulle donne, ha deciso di devolvere al gruppo appartamento gestito dalla cooperativa sociale Etica (Energy to Increase Children Assistance), del gruppo Gesco, un luogo protetto che accoglie> nel quartiere Arenella ragazze difficili, adolescenti che hanno subito abusi sessuali in famiglia, con un vissuto problematico alle spalle come problemi di dipendenza o percorsi di adozione andati male.

Situata nel quartiere Arenella, la casa è aperta a giovani donne neomaggiorenni che non possono restare o rientrare in famiglia e hanno ancora bisogno di essere sostenute nel percorso verso l’indipendenza: ospita un massimo di 6 ragazze, dai 18 ai 21 anni, su disposizione del Tribunale per i Minorenni o dei Servizi Sociali del Comune di residenza delle utenti. Le giovani sono protagoniste del proprio percorso di emancipazione: scelgono infatti consapevolmente questa esperienza costruendo con l’équipe educativa il proprio progetto per la permanenza in struttura.

Alle piccole donne seguite dalla cooperativa nei loro percorsi di autonomia, è anche destinato il ricavato delle vendite di agendo 2018 IN VIAGGIO> la nuova agenda di Gesco Edizioni che unisce la finalità sociale all’utilità e originalità di un pratico taccuino settimanale,  impreziosito dalle immagini dell’artista spagnolo Pedro Cano e dai racconti di tredici scrittori: tutti hanno dato il loro contributo gratuitamente, sposando la causa de L’altra metà del cielo.

Seguici su:
Facebook
Twitter
LinkedIn
Instagram
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial